Progetto

Pratica infermieristica e dispositivi digitali per l’informazione e la comunicazione: implicazioni e prospettive per la formazione

une infirmière explique quelque chose à une senior via un dispositif numérique
La rapida diffusione dei dispositivi digitali per l’informazione e la comunicazione nella nostra società si concretizza anche nella pratica infermieristica. Con questo progetto si desidera meglio comprendere l’influenza di questi strumenti nell’attività quotidiana d’infermiere e infermieri e promuovere un aggiornamento pertinente della loro formazione di base e continua.

La diffusione ed evoluzione della digitalizzazione nella società così come nell’assistenza sanitaria si concretizza anche nella pratica quotidiana del personale infermieristico. In particolare, nel panorama sempre più diversificato delle tecnologie presenti in questo settore, una presenza significativa è quella dei dispositivi digitali e dei sistemi informatici collegati, che supportano l’informazione e comunicazione riguardanti i pazienti. Questi strumenti, vieppiù pervasivi a tutti i livelli dell’interazione sociale e in continua evoluzione e innovazione, s’inseriscono nei diversi ambiti della prassi infermieristica. Essi possono essere utilizzati per reperire o inserire dati nei dossier relativi a pazienti, per comunicare con colleghe, colleghi o l’utenza, per raccogliere immagini, oppure per l’utilizzo di applicazioni volte a facilitare la cura o la ricerca di conoscenze specifiche. Più in generale sono funzionali all'organizzazione dell'assistenza, al monitoraggio e analisi delle situazioni e per la registrazione strutturata delle prestazioni sanitarie.

I vantaggi dell'uso di queste tecnologie nel settore sanitario sono ben noti: migliorano la qualità dell'assistenza e contribuiscono alle prestazioni sanitarie centrate sulle e sui pazienti. Al contempo, i diversi studi che trattano dell’influenza della digitalizzazione nell’assistenza sanitaria indicano come la diffusione di questi strumenti ridefinisca le pratiche del lavoro di cura, generando opportunità ma anche elementi critici. In questo senso, lo studio dell’influenza di queste tecnologie sulla pratica infermieristica è di particolare interesse e importanza, considerando sia che infermiere e infermieri rappresentano il più grande gruppo di operatori sanitari, sia la necessità sempre più impellente di promuovere l’aggiornamento dei contenuti e dei metodi di formazione (di base e continua) in campo infermieristico, in considerazione delle trasformazioni del mondo delle cure, generate dal continuo avanzare dell’innovazione digitale.

Gli elementi emersi dagli studi in quest’ambito possono peraltro evocare quelli presenti in altri ambiti professionali. La loro analisi potrebbe contribuire alla riflessione sui cambiamenti sociali e culturali indotti dalla digitalizzazione nel mondo del lavoro e della formazione.
Sullo sfondo di questa problematica, è stato attivato nel 2017 lo studio preliminare “Pratica infermieristica e dispositivi digitali”, focalizzato su due interrogativi principali:
A. Quali sono le implicazioni della presenza di dispositivi digitali per l’informazione e comunicazione nella pratica infermieristica quotidiana? In particolare s’intende:

  • Acquisire alcune prime indicazioni sulle caratteristiche della diffusione dei DD ai diversi livelli della pratica quotidiana delle cure infermieristiche e la sua influenza nell'evoluzione della professionalità d’infermiere e infermieri.
  • Individuare le modalità di appropriazione dell’utilizzo dei DD nel corso dell’attività infermieristica quotidiana, precisando quali siano le risorse che facilitano e gli ostacoli che limitano tale appropriazione.
  • Rilevare la percezione di professioniste e professionisti delle cure infermieristiche riguardo alla diffusione e l'influenza dei DD sulla loro pratica.

B. Quali sono le problematiche d’indagine e le piste di sviluppo possibili per ulteriori progetti di ricerca o di intervento riguardo alla tematica in oggetto? In particolare, s’intende:

  • Individuare uno o più temi specifici d’indagine, delimitandone l’ambito e gli interrogativi portanti, al fine di attivare una o più ricerche successive.
Metodo

L’indagine preliminare è stata realizzata con un approccio etnografico e di semiologia dell’attività presso due strutture sanitarie del cantone Ticino: l’Ente ospedaliero cantonale (EOC) e il Servizio di assistenza e cura a domicilio d’interesse pubblico del Luganese (SCuDo). Sono state svolte 12 giornate di osservazione  in quattro servizi di cure (tramite Job-shadowing) e 20 persone (infermiere e infermieri, studenti, personale del settore informatico) hanno partecipato a delle interviste semi strutturate. I risultati completi dell’indagine sono in corso di elaborazione.

Stato del progetto: 
Completato
Data: 
da 1.1.2017 a 30.6.2018
Dipartimento: 
Contatto: 
Responsabile di progetto: 
Partner: 

Scuola Specializzata Superiore in Cure Infermieristiche di Bellinzona e Lugano