Nuova veste per la procedura di valutazione

L’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale (IUFFP) ha illustrato a oltre 400 perite e periti d’esame come valutare le addette e gli addetti alla cucitura nonché i creatori e le creatrici d’abbigliamento in base alle nuove disposizioni della revisione della professione.

Quest’anno e l’anno scorso, il settore specialistico delle perite e dei periti d’esame dello IUFFP ha formato perite e periti d’esame delle professioni Addetta-o alla cucitura CFP e Creatore-trice d’abbigliamento AFC. I 23 corsi svolti, a cui hanno partecipato in totale 417 perite e periti d’esame, vertevano sulla trasmissione di conoscenze in merito alle ripercussioni della revisione della professione sulla procedura di qualificazione, come pure sulla simulazione della relativa applicazione mediante compiti d’esame concreti.

Che si tratti di gonne o di uniformi, di grembiuli o di completi, chi affronta un tirocinio come addetta o addetto alla cucitura oppure come creatore o creatrice d’abbigliamento si occupa in particolare di sviluppare e cucire capi di vestiario individuali.

In primo luogo i e le capi periti

In occasione di un convegno nazionale, le diverse novità sono state comunicate in primo luogo ai e alle capi periti. Con l’ausilio di simulazioni di determinate parti d’esame, queste persone hanno appreso come applicare i nuovi strumenti d’esame. Ciò ha consentito di istruire in un secondo momento anche tutti i destinatari.

Nell’ambito dei corsi specifici i e le responsabili di corso dello IUFFP, insieme alle persone responsabili delle oml (responsabili degli esami e capi periti), hanno informato le perite e i periti d’esame di tutti i Cantoni in merito ai contenuti della professione e degli esami, spiegato i compiti d’esame e illustrato in modo uniforme la procedura di valutazione. I corsi, che hanno avuto luogo in tutta la Svizzera a livello regionale, prevedevano anche giochi di ruolo con persone in formazione al terzo anno di tirocinio e la valutazione di capi di vestiario. Il corso a Friburgo è stato proposto in forma bilingue (tedesco e francese).

Esercitazione di casi di emergenza

Le difficoltà specifiche per la procedura di qualificazione consistevano nel rendere misurabili l’impostazione creativa delle specialiste e degli specialisti in questa professione e la percezione delle competenze interdisciplinari. In questo contesto le candidate e i candidati sono valutati in base al processo di fabbricazione, a un colloquio di consulenza con un cliente e ai capi di vestiario terminati. In un’ulteriore esercitazione, ossia un gioco di ruolo volto a simulare un esame, le perite e i periti d’esame hanno potuto acquisire questa forma d’esame complessa e impegnativa direttamente con le persone in formazione.

La comunità d’interessi per la formazione professionale Creatore-trice d’abbigliamento ha apprezzato l’accompagnamento e le offerte dello IUFFP e si è detta estremamente soddisfatta di quanto raggiunto.

Giugno 2017 I Thomas Meier I Responsabile del settore specialistico delle perite e dei periti d’esame